Chiudi mappa
Home > La Città > Piazze Storiche

I Quattro Canti

I Quattro Canti, progettati sul modello dei Quattro Canti di Palermo, durante la sistemazione della città voluta dal Duca Camastra, sono situati nel cuore della Catania antica e sorgono dall'incrocio di due principali arterie cittadine del centro storico: la splendida e artistica via Etnea e la simbolica via San Giuliano. La loro intersezione si arricchisce con i quattro palazzi nobiliari, edificati in stile barocco, simbolo della settecentesca rinascita Catanese, che formano uno scenografico spiazzo dalla pianta ottagonale, creata dagli angoli smussati dei quattro edifici che lo incorniciano.
I palazzi appartengono a nobili famiglie Catanesi: a sud-est troviamo il palazzo di San Giuliano, dei marchesi Paternò Castello, a nord-est il Palazzo appartenuto al Duca dei Carcaci, a nord-ovest il Palazzo San Demetrio del barone Eusebio Massa e a sud-ovest il Convento di Santa Nicolella, quest'ultimo esistente già in epoca medievale. Inoltre, ad Est troviamo il tratto caratteristico della via San Giuliano che si adagia e si eleva sul ventre della collina di Montevergine, conosciuta dai catanesi come ‘acchianata di Sangiuliano (la salita di San Giuliano), importante per gli abitanti di Catania poiché rappresenta uno dei momenti più coinvolgenti della Festa in onore della Patrona, in quanto saper percorrere tale tratto caratterizzato da una forte pendenza, trascinando il pesante fercolo di sant'Agata, viene considerato una dimostrazione di coraggio per i cittadini e l'esito viene interpretato come un segno divino di buono o cattivo auspicio per l'intero anno.
I quattro canti, inoltre, furono protagonisti di uno storico evento in cui Giuseppe Garibaldi, il 18 agosto 1862, da uno dei balconi dei palazzi dello spiazzo, nella sede del circolo degli operai, pronunciò la famosa frase che fa parte ormai della storia della Nazione: "O Roma o morte!".



Nelle vicinanze (150 m.)


Altri in Piazze Storiche